La nostra visione

 

La disabilità è una questione sociale determinata dalla difficoltà della società ad organizzarsi senza barriere, esponendo moltissimi cittadini al rischio di esclusione sociale, discriminazione, mancanza di pari opportunità.

Vivere in condizioni di disabilità significa che, per molte persone, anche gli atti più semplici ed essenziali della vita di tutti i giorni possono diventare una vera e propria “impresa”…

Come NOI sostiene le persone con disabilità ed i loro genitori e familiari nelle piccole e grandi “imprese” della vita di tutti i giorni: sostiene la promozione e la tutela dei diritti; promuove e realizza i servizi necessari al benessere ed alla qualità della vita; si impegna per garantire condizioni di pari opportunità, inclusione sociale e piena cittadinanza.

Cosa si deve fare

 

Il DPR 4 ottobre 2013 (è il decreto che definisce il programma di azione biennale per l’attuazione della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità), coerentemente con la Strategia Europea per la disabilità 2011-2020 si pone come a obiettivo prioritario la promozione di un processo di DEISTITUZIONALIZZAZIONE fronte del fatto che in Italia l’asse portante delle politiche per la residenzialità per gli adulti con disabilità - in particolare con disabilità intellettiva grave -  è l’istituzionalizzazione in servizi con oltre 30 posti, che rappresentano l’86% dell’offerta. Le soluzioni alternative (case famiglia, piccole comunità alloggio), rappresentano il 3,7% del totale dei servizi residenziali per adulti con disabilità. In particolare il DPR prevede che:

  1. si contrastino le situazioni segreganti caratterizzate da sistemazioni non scelte e non rispondenti alla volontà delle persone con disabilità;

  2. si favorisca lo sviluppo di progetti di “abitare in autonomia” che coinvolgono piccoli gruppi di persone come nel caso delle diverse esperienze funzionanti in Italia per persone con disabilità intellettiva;

  3. vengano predisposte forme di intervento propedeutiche all’abitare in autonomia.

Cosa facciamo

 

Centro Polifunzionale: La Cooperativa ha realizzato una struttura “multi servizi” composta da una palazzina in corpo unico su due piani e da 6 villette indipendenti che la circondano.  All’interno della palazzina hanno sede i servizi diurni e residenziali socio-sanitari che lavorano per progettare un sistema di sostegni personalizzato adeguato a garantire una buona qualità della vita ed un percorso graduale di emancipazione dai genitori delle persone con disabilità divenute adulte. Nelle villette intorno risiedono in forme diverse (comunità alloggio, appartamenti per la vita indipendente) persone con disabilità provenienti da tutta la Lomellina (comprensorio territoriale di 180 mila abitanti) .

Gli interventi realizzati dalla cooperativa si propongono come un sistema di servizi e di sostegni alla persona alternativi all’ “istituzionalizzazione di ritorno” e cioè all’inserimento delle persone con disabilità intellettiva non più assistibili dalla famiglia in strutture residenziali di grandi dimensioni. I servizi diurni sono concepiti essenzialmente come strumento propedeutico al graduale distacco dai genitori ed alla formazione per la vita indipendente mentre i servizi residenziali si caratterizzano come luoghi di vita in cui le persone accolte possano vivere a casa loro.

Sostegno Abitativo: La cooperativa si occupa di promuovere Progetti per la Vita Indipendente e di assistenza domiciliare individuale e comunitaria avviando le persone con disabilità alla convivenza in appartamento attraverso la trasformazione e l’adattamento di comuni abitazioni prevalentemente lasciate dai genitori o dai familiari. Le abitazioni possono essere destinate a tale scopo con l’obiettivo di  favorire la vita adulta indipendente delle persone in coerenza con quanto previsto dalla Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità e in particolare dell’art.19 in cui si prevede che ogni persona con disabilità abbia il diritto di scegliere dove e con chi vivere e non sia obbligata a vivere in luoghi speciali.